Previdenziale > Archivio News martedì 9 aprile 2019

INAIL

Tasso applicabile per l’anno 2019

Completata la notifica da parte dell’Istituto assicuratore dei tassi di premio applicabili per l’anno 2019 (Modelli
20SM), che sono stati ricalcolati sulla base dei nuovi meccanismi bonus-malus decorrenti dall’inizio del 2019.


A seguito della registrazione della Corte dei Conti – avvenuta lo scorso 26 marzo – è stato pubblicato nella sezione pubblicità legale del portale informatico del Ministero del Lavoro il Decreto interministeriale 27 febbraio 2019 contenente le nuove tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e le modalità per la loro applicazione alle gestioni Industria, Artigianato, Terziario e altre attività.
Il decreto interministeriale attua quanto previsto dalla Legge di Bilancio per il 2019 (art. 1 comma 1121, L. 30 dicembre 2018, n. 145).

Le nuove disposizioni apportano novità in ordine al nomenclatore, con la riduzione delle voci di tariffa, passate da 739 a 595, dove le lavorazioni più rischiose trovano un tetto massimo pari al 110 per mille in luogo del 130 per mille previsto dalle precedenti tariffe del 2000, consentendo una riduzione generalizzata dei tassi. Le nuove tariffe superano, abrogandole, le disposizioni contenute nella Legge di Bilancio 2014 concernenti l’annuale riduzione del premio. I tassi medi nazionali sono stati rielaborati sulla base del rapporto tra gli oneri per prestazioni sostenuti dall’INAIL e gli imponibili aziendali erogati nel triennio 2013-2015. Inoltre, il nuovo criterio di calcolo dell’oscillazione del tasso medio per andamento infortunistico è ora basato anche sulla gravità degli eventi lesivi e non più soltanto sugli oneri sostenuti dall’Istituto per indennizzarli. In relazione alle scadenze, si ricorda che dopo aver ricevuto il modello 20SM per la determinazione del premio assicurativo per il 2019, le aziende avranno tempo sino al 16 maggio per poter regolare il premio relativo al 2018 e versare l’anticipazione per il 2019.

Si ricorda infine che i Modelli 20SM ricevuti entro la scadenza indicata dalla stessa legge di Bilancio (31 marzo 2019), sostituiscono quelli eventualmente già notificati a fine 2018, anche e soprattutto perché potrebbero contenere dati difformi rispetto ai precedenti, quali una diversa numerazione della PAT, oppure, a parità di PAT, una diversa classificazione delle lavorazioni (diversa voce tariffaria), ma anche semplicemente una diversa codifica della voce di tariffa dovuta alla riformulazione del nomenclatore.
Sempre in tema di novità il nuovo modello 20SM riporterà i nuovi meccanismi di calcolo del bonus-malus, con la conseguenza che il tasso 2019 potrebbe evidenziare un’oscillazione più sfavorevole rispetto all’applicazione del vecchio sistema di calcolo, pur in presenza di un tasso di tariffa medio più basso.


Per ulteriori informazioni ed approfondimenti contattare il Servizio Previdenziale di API Torino ai numeri 011 4513.262/248.








  
contatta la redazione

Dai servizi

16/04/2019  -  Relazioni Internazionali

Brexit, il punto della situazione

15/04/2019  -  Fiscale e Tributario

Bonus pubblicità

09/04/2019  -  Tecnico

Trasporto rifiuti

02/04/2019  -  Relazioni Internazionali

Certificati di origine obbligatoria

02/04/2019  -  Credito e Finanza

Voucher alle imprese artigiane per fiere in Italia

26/03/2019  -  Fiscale e Tributario

Continuità aziendale

26/03/2019  -  Tecnico

Equipaggiamento elettrico delle macchine

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *