Tecnico > Archivio News > Ambiente martedì 18 giugno 2019

Nuove modalità di calcolo tariffe per i servizi idrici SMAT

Seminario tecnico il 9 luglio

A seguito delle decisioni dell’Autorità per l’energia elettrica, gas, rifiuti, il sistema idrico (ARERA), cambiano le modalità di calcolo delle tariffe che le imprese devono pagare per i servizi di collettamento e depurazione delle acque. 

Circa la tariffa di collettamento e depurazione dei reflui industriali collegati alla fognatura SMAT, le novità introdotte alla fine del 2018 da ARERA, dopo il recepimento di fine anno da parte dell’Autorità d’Ambito Ottimale Idrico ATO3, sono recepite da SMAT trovando in questi mesi le prime evidenziazioni in bolletta per gli utenti. 
 
La nuova tariffa ha una struttura tripartita costituita da:

1. una “quota fissa”, a copertura di alcuni oneri specificatamente relativi all’utenza finale;

2. una “quota variabile” ripartita sulla base di quattro inquinanti individuati come principali (domanda chimica di ossigeno, solidi sospesi totali, azoto e fosforo);

3. una “quota capacità” determinata sulla base dei valori di concentrazione e di volume presenti degli atti di autorizzazione allo scarico.

La “quota variabile” e la “quota capacità” sopra indicate, si basano sulla qualità del refluo scaricato risultato dall’esito di campionamenti a cura del servizio idrico integrato (SMAT), il cui numero è definito in funzione del volume scaricato. 

A differenza di quanto avveniva in precedenza, le tariffe non dipendono solo più dai volumi scaricati e consuntivati a fine marzo di ogni anno a SMAT (il 2019 potrebbe essere l’ultimo anno di questo tipo di comunicazione) e dalla qualità come definita nell’autorizzazione allo scarico (precedente Autorizzazione SMAT oggi AUA rilasciata da Città Metropolitana). 
 
Con il nuovo metodo si introduce la necessità di rilevare con letture puntali il volume scaricato e non solo quello autorizzato e la necessità di campionamenti ed analisi sistematica dei singoli scarichi industriali al di sopra dei 3.000 m3/anno.

Tuttavia, per i primi esercizi 2018 e 2019, in assenza dei suddetti campionamenti, i valori misurati sono sostituiti dai valori limite previsti dall’autorizzazione allo scarico. Pertanto, già a partire dall’anno 2018, con evidenziazione in bolletta a partire dal 2019, non sono più applicate le tariffe precedenti.


Dalle simulazioni effettuate direttamente da SMAT sul nuovo metodo di applicazione della recente tariffa, sono emerse potenziali e significative ricadute per le imprese interessate, in particolare per gli scarichi derivanti dalle attività di seguito riportate, che godevano di tariffe in deroga non più vigenti:

• macellazione animali e da attività industriali di produzioni alimentari;

• autolavaggi, lavanderie e laboratori odontotecnici;

• servizi di trasporto;

• raccolta e smaltimento rifiuti 
 
Queste ed altre attività e settori produttori che avevano fatto richiesta a SMAT di deroghe specifiche su alcuni parametri allo scarico (COD, solidi sospesi, Azoto e Fosforo), saranno le tipologie di imprese con maggiori impatti, anche di natura economica, derivanti dalla nuova tariffazione.

Per illustrare i criteri di calcolo della nuova tariffazione e analizzare insieme le ricadute sui corrispettivi di competenza delle imprese, API TORINO ha organizzato, grazie alla disponibilità della Società Metropolitana Acque Torino (SMAT), un seminario di approfondimento tecnico che si terrà: 

Martedì 9 luglio alle ore 9.30 presso l’API di Torino in via Pianezza 123 - Torino.
Il programma è disponibile cliccando QUI


Ulteriori informazioni possono essere richieste al Servizio Tecnico di API Torino al numero 011 4513.262, sertec@apito.it

 




  
contatta la redazione

Dai servizi

16/07/2019  -  Tecnico

Conflict Minerals

10/07/2019  -  Area Innovazione

Nuovo bando regionale PI.TE.F.

10/07/2019  -  Relazioni Internazionali

Le imprese di API a MECSPE 2020

09/07/2019  -  Tecnico

Regno Unito e Brexit

09/07/2019  -  ApiTorino.it

Gourmet Food Festival

02/07/2019  -  Relazioni Internazionali

Unione europea e Mercosur

26/06/2019  -  Credito e Finanza

Graduatorie Bando ISI INAIL 2018

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *