Relazioni Internazionali > Archivio News martedì 23 luglio 2019

Nuova normativa in Arabia Saudita

Le regole per gli imballaggi e plastica monouso

Da settembre, entra completamente in vigore un regolamento che consente l’entrata in Arabia Saudita solamente di imballaggi e di plastiche monouso che siano conformi a severe regole stabilite per tutelare l’ambiente.


Nel prossimo settembre 2019 inizierà la seconda e probabilmente ultima fase di applicazione del regolamento che l’Arabia Saudita ha introdotto nel dicembre 2017 per contrastare i rischi ambientali e sanitari. Il regolamento riguarda le materie plastiche e comprende anche il materiale da imballaggio.

La normativa, il regolamento tecnico n. MA-156-16-03-03, stabilisce i requisiti a cui tali prodotti devono essere conformi per poter recare il logo oxo-biodegradabile. I prodotti non conformi non potranno più essere importati in Arabia Saudita.

Il regolamento si applica principalmente a tutti i prodotti in plastica, che sono spesso utilizzati per breve tempo (“usa e getta”) e comprende sia articoli in polietilene o polipropilene destinati alla vendita (con uno spessore fino a 250 micron), sia materiali da imballaggio che non sono normalmente destinati alla vendita, ma vengono utilizzati per avvolgere o confezionare altri prodotti, ad esempio la pellicola di plastica. Nell’elenco si possono trovare, per esempio, articoli monouso per la tavola in plastica, prodotti per la cura personale, fogli di polietilene, diversi tipi di film plastico e tutti i tipi di sacchetti di plastica, compresi i sacchetti e fogli a bolle destinati alla protezione dagli urti e le buste dei corrieri.

L’elenco dei prodotti, con indicazione della classificazione tariffaria del Sistema Armonizzato (nomenclatura doganale)  e della data di applicazione per ogni prodotto, è riportata nell’allegato 1 del regolamento.

Il logo oxo-biodegradabile può essere apposto solo ai prodotti conformi al regolamento e registrati presso la SASO (Saudi Standards, Metrology and Quality Organization) dal produttore o dal suo agente/importatore saudita.

Si raccomanda una certa attenzione da parte di tutti gli esportatori che hanno rapporti con l’Arabia Saudita a prescindere dal prodotto che producono e/o esportano. Infatti, anche coloro che non producono articoli in plastica potranno trovare nel regolamento suddetto un ostacolo nel caso in cui vadano ad utilizzare del materiale di imballaggio in plastica (ad esempio il “film termoretraibile” utilizzato da molte imprese per avvolgere le merci sui pallet); anche tale materiale, infatti, dovrà rispondere ai requisiti richiesti ed essere certificato se non si vuole incorrere in un blocco all’importazione.

Si consiglia, quindi, di consultare regolarmente il sito web della SASO al fine di verificare preventivamente se i prodotti in plastica che si vogliono esportare in Arabia Saudita e/o che viaggiano insieme alla merce per altri motivi (ad esempio imballaggio) siano tra quelli sottoposti al regolamento onde evitare di incorrere in un blocco delle merci in dogana.

Ulteriori informazioni possono essere richieste al Servizio Relazioni Internazionali API Torino (011 4513.276/209 – relacom@apito.it).







  
contatta la redazione

Dai servizi

17/09/2019  -  Tecnico

CONAI

17/09/2019  -  Tecnico

Gas tossici

17/09/2019  -  Relazioni Internazionali

Digitalise Sme

17/09/2019  -  Credito e Finanza

Voucher Fiere - II Sessione

11/09/2019  -  Relazioni Internazionali

Le imprese di API a MECSPE 2020

10/09/2019  -  Tecnico

Sicurezza sul lavoro

10/09/2019  -  Fiscale e Tributario

Investimenti pubblicitari 2019

10/09/2019  -  Credito e Finanza

Voucher alle imprese artigiane per fiere in Italia

03/09/2019  -  Tecnico

Aggiornamenti per il regolamento CLP

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *