Previdenziale > Archivio News martedì 4 giugno 2019

ENFEA Salute

Istruzioni operative sull’avvio della contribuzione

Parte con la retribuzione di maggio la contribuzione al fondo sanitario integrativo dei CCNL Unionchimica, Unigec, Unimatica, Uniontessile e Unionalimentari del sistema Confapi. Qui di seguito le istruzioni su come rispondere correttamente all’obbligo.


Dalle retribuzioni del mese di maggio 2019 (pagamenti a giugno 2019) le aziende che applicano i CCNL sottoscritti dalle Unioni di categoria datoriali del sistema Confapi (Unionchimica, Unigec, Unimatica, Uniontessile e Unionalimentari) dovranno effettuare i versamenti per l’assistenza sanitaria integrativa al fondo ENFEA Salute.
Ne dà l’annuncio Confapi con una dettagliata circolare, a cui si rinvia per i dettagli.
Si ricorda che la contribuzione ad ENFEA Salute ha decorrenza dal 1° gennaio 2019 e rappresenta, così come la contribuzione all’ente bilaterale ENFEA, un obbligo contrattuale, il cui inadempimento implica un versamento al lavoratore di 25 euro mensili, per 13 mensilità, quale elemento aggiuntivo della retribuzione, assoggettato a tutti gli istituti previdenziali e fiscali.
Si rammenta, altresì, che la contribuzione ad ENFEA Salute è soggetta al contributo di solidarietà a carico azienda del 10% ex lege 166/1991 e, in attesa che il fondo sia iscritto all’anagrafe nazionale dei fondi sanitari, integra il reddito dei lavoratori ai fini IRPEF.

Di seguito le istruzioni operative per effettuare i versamenti ad ENFEA Salute:

- Nelle more della comunicazione da parte dell’INPS del codice attribuito al fondo sanitario, la raccolta della contribuzione ad Enfea Salute verrà attuata attraverso il codice ENFE a partire dalla retribuzione di competenza del mese di maggio 2019.

- Al fine del recupero graduale della contribuzione pregressa per i lavoratori già in forza nei mesi da gennaio ad aprile 2019, è stato stabilito che i relativi versamenti verranno effettuati con le retribuzioni di competenza dei mesi da maggio ad agosto 2019. Pertanto, per questi mesi l’importo da versare sarà di 20 euro per ogni lavoratore, comprensivo della quota dovuta per il mese in corso e per gli arretrati. Quindi, il versamento complessivo delle aziende per i suddetti mesi sarà pari a euro 24,50 per lavoratore, di cui euro 20,00 per Enfea Salute (mese in corso + 1 mensilità arretrata) e 4,50 per Enfea.

- Esaurite le quote di arretrato, il versamento delle quote mensili a regime sarà pari a euro 10,00 e il versamento complessivo sarà pari a 14,50 euro per lavoratore.


Per ulteriori informazioni ed approfondimenti contattare il Servizio Previdenziale (011 4513.262/248).






  
contatta la redazione

Dai servizi

16/07/2019  -  Tecnico

Conflict Minerals

10/07/2019  -  Area Innovazione

Nuovo bando regionale PI.TE.F.

10/07/2019  -  Relazioni Internazionali

Le imprese di API a MECSPE 2020

09/07/2019  -  Tecnico

Regno Unito e Brexit

09/07/2019  -  ApiTorino.it

Gourmet Food Festival

02/07/2019  -  Relazioni Internazionali

Unione europea e Mercosur

26/06/2019  -  Credito e Finanza

Graduatorie Bando ISI INAIL 2018

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *