Categoria: News

Apertura bando per l’attivazione di piani di welfare aziendale e territoriale

Presentazione delle proposte entro il 29 dicembre 2022

Obiettivo del Bando pubblicato dalla Regione Piemonte è favorire l’implementazione di esperienze virtuose di welfare aziendale di secondo livello e territoriale. L’intervento si rivolge prioritariamente alle Piccole e Medie imprese, anche incoraggiando la collaborazione inter-aziendale, ed è finalizzata all’attivazione e implementazione, soprattutto condivisa, di servizi di welfare

Comunicazioni al MISE sugli investimenti connessi all’innovazione

Il 30 novembre scade il termine per l'invio dei modelli predisposti

Le imprese che fruiscono dei crediti di imposta per investimenti in beni strumentali 4.0, attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design, spese di formazione 4.0, devono comunicare entro il 30 novembre al Ministero dello Sviluppo Economico i dati e le informazioni relative al periodo d’imposta 2021

Autodichiarazione sugli aiuti di stato fruiti per contrastare il COVID-19

Entro il 30 novembre occorre inviare per via telematica il modello predisposto dalla legge

La dichiarazione deve essere presentata da tutti i contribuenti che si sono avvalsi di aiuti di Stato automatici di carattere fiscale, nel periodo che intercorre tra il 1° marzo 2020 e il 30 giugno 2022, allo scopo di attestare che l’importo delle agevolazioni complessivamente fruite non superi i limiti, di cui alla sezione 3.1 ovvero alla sezione 3.12, fissati dalla “comunicazione della Commissione Europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final recante Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza da Covid-19”

Lavoro agile, obblighi di comunicazione

Nuovo differimento al 1° gennaio 2023

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha comunicato che il termine per l’adempimento delle comunicazioni relative al lavoro agile, fissato al 1° dicembre 2022, si intende differito al 1° gennaio 2023. Tale ulteriore differimento è dovuto alla necessità di garantire a tutti i soggetti obbligati e abilitati la possibilità di adeguarsi alle modalità definite dal Decreto ministeriale n. 149 del 22 agosto 2022, per assolvere agli obblighi di comunicazione